Regeni, Fico: “Non si può essere ottimisti dopo aver ascoltato le parole di Al Sisi”

6

ROMA – “Non si può essere “ottimisti” dopo aver ascoltato, per l’ennesima volta, le parole di Al Sisi, parole già ripetute in passato a cui non sono mai seguiti i fatti. Rispetto alla dolorosa vicenda di Giulio Regeni ciò che invece conta sono solo ed esclusivamente i fatti. Il ministro degli Esteri Tajani non dovrebbe dunque fermarsi alle vuote espressioni di circostanza di fronte a un regime egiziano che ha più volte parlato di collaborazione senza però dare mai seguito agli annunci. Sono parole vuote”.

Lo afferma l’ex presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico, esponente del Movimento 5 Stelle, aggiungendo: “Condivido in pieno la famiglia Regeni che – a distanza ormai di sette anni da quel drammatico 25 gennaio – parla di collaborazione “totalmente inesistente”. Sarò al fianco dei genitori di Giulio mercoledì a Fiumicello – suo paese natale – assieme a tutta l’onda gialla per ricordare a politica e istituzioni che la ricerca della verità e della giustizia devono rimanere priorità assolute”.