Regionali Lombardia, Fontana: “No confronto con avversari bugiardi”

7

MILANO – “Fintanto che i miei avversari continueranno a raccontare delle bugie, il confronto non ha senso di esistere”. Attilio Fontana, presidente uscente della Regione Lombardia e candidato alla sua successione, replica – a margine di un evento sulla filiera aerospaziale di Assolombarda e Leonardo a Milano – a chi gli ha chiesto di un possibile confronto diretto con i suoi avversari politici.

Ad esempio, prosegue Fontana, “Majorino parla del Pnrr con la Regione Lombardia dicendo una cosa” non vera. “Io in questo confronto diretto dovrei spiegare di nuovo chi si occupa veramente del Pnrr, l’80% sono i ministeri e i Comuni e la parte che ci riguarda è già tutta fatta e sotto controllo e in fase di realizzazione”. Per Fontana un confronto “è più logico farlo” quando “vengono poste le stesse domande e ognuno presenta la propria idea di futuro per la Lombardia”.

Poi, sulle possibilità di bassa affluenza alle prossime Regionali il presidente ha esternato i suoi timori: “In base a una valutazione di carattere ‘storico’ – ha detto – la bassa affluenza favorisce sicuramente il centrosinistra, per quello spero e mi auguro che si cominci anche con i grandi organi di informazione a ricordare ai cittadini che il 12 e il 13 febbraio si voterà per le Regioni Lazio e Lombardia”.