Renzi ad Avvenire: “Sulle scuole sto con Draghi”

86

ROMA – In un’intervista ad Avvenire, il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, ha parlato del decreto che ha fissato l’obbligo vaccinale per gli over 50: “Si poteva e doveva fare più semplice, ma il punto fondamentale è molto chiaro: basta isterie, basta catastrofismi. Se ci vacciniamo, il Covid non fa più paura. Bisogna accelerare sulle terze dosi e fare meno polemiche”.

Per quanto riguarda il ritorno in classe, Renzi la pensa così: “Io sostengo al 100% la linea di Draghi sulle riaperture delle scuole. Quando c’è qualche problema la prima cosa che in tanti propongono di chiudere è la scuola. Ma è un errore clamoroso. Basta con questa cultura nichilista per cui i nostri figli possono andare in pizzeria o a sciare, giustamente, ma non a scuola. Io dico di più: teniamo aperte le scuole, contro la povertà educativa, ma anche come hub per mandare team medici a vaccinare dentro le scuole. Quando ero ragazzo, a scuola facevamo la visita medica. Sa quanti ragazzi, magari più poveri, non possono permettersi visite accurate? Investiamo in educazione e in sanità: non consideriamo la scuola come luogo per untori, ma al contrario trasformiamola in un presidio di salute e di libertà”.