Rider picchiato e derubato dello scooter a Calata Capodichino: la solidarietà di Catalfo, De Luca e Pd

72

NAPOLI – “Solidarietà al rider picchiato e derubato dello scooter a Calata Capodichino (NA) mentre svolgeva il suo lavoro. Quella ripresa da alcuni residenti è un’aggressione brutale, su cui mi auguro che le Forze dell’Ordine facciano luce al più presto, assicurando i colpevoli alla Giustizia”. Così la ministra del lavoro, Nunzia Catalfo (foto), in riferimento all’episodio che ha indignato tutta l’Italia. Intanto giunge notizia che sono stati arrestati cinque dei sei componenti del branco che ha rapinato e pestato il rider: tra loro vi sono anche minorenni.

Per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, “la rapina ai danni del rider a Calata Capodichino è un gesto vigliacco e di inaudita violenza che condanniamo con forza. Siamo vicini a lui e alla sua famiglia. La risposta dello Stato è stata immediata nei confronti dei responsabili di questa azione criminale. Un gesto gravissimo contro chi, con grande difficoltà, sta affrontando la crisi. Il lavoro resta la priorità che ci impegna tutti anche all’inizio di questo nuovo anno”.

Questo, invece, ciò che affermano in una nota i deputati del Pd: “I presunti rapinatori di Gianni, il rider napoletano aggredito e derubato del suo scooter, sono stati fermati dalla Polizia. Lo Stato c’è. C’è la grande catena di solidarietà. Gianni, non sei solo. Siamo tutti con te!”.