Rimozione Salini, Gelmini: “Non riconosco lo stile e il metodo di Berlusconi”

42

MILANO – Non è passata inosservata l’intervista di Mariastella Gelmini (foto) pubblicata ieri dal ‘Corsera’, in cui la ministra critica non solo la gestione di Forza Italia ma anche la linea del presidente sulla guerra in Ucraina. Inoltre, a proposito della ‘rimozione’ di Massimiliano Salini dall’incarico di coordinatore regionale in Lombardia, sostituito dalla fedelissima del Cav, Licia Ronzulli, la ministra Gelmini ha rincarato la dose tirando in ballo il presidente di Fi Silvio Berlusconi e lamentandosi del ‘metodo’ usato per il cambio di guardia.

“Si può fare tutto e, figuriamoci, siamo tutti soldati di Berlusconi, ma c’è un tempo e un modo per fare le cose”, si è sfogata Gelmini con il quotidiano di via Solferino, per poi chiamare in causa direttamente il leader forzista: “Non riconosco, in quello che è accaduto in Lombardia, lo stile e il metodo del presidente Berlusconi”. Parole che ai più sono suonate come una critica precisa all’operato dell’ex premier e che hanno fatto arricciare il naso ad Arcore.