Robot ortopedici per la chirurgia protesica di anca e ginocchio a Torino

59

mako total hip

Il tour europeo del Mako Mobile Center della Stryker fa tappa a Torino: domani accanto all’ospedale un truck per vedere il robot ortopedico Mako all’opera

TORINO – Prosegue il percorso di crescita del Gruppo Koelliker: a pochi giorni dall’annuncio della creazione della sua rete di Poliambulatori sul territorio, oggi l’Ospedale Koelliker compie un altro importante passo nel percorso di crescita qualitativa delle cure offerte ai pazienti, confermandosi come struttura all’avanguardia tecnologica.

L’Ospedale Koelliker sarà la prima struttura del Piemonte a poter contare su due nuovi robot ortopedici per la chirurgia protesica di anca e ginocchio, attualmente in uso nei migliori ospedali del mondo: MAKO e NAVIO.

Da qualche giorno le equipe ortopediche del dott. Andrea Losana e del dott. Gianmosè Oprandi utilizzano il robot MAKO per le protesi di anca e ginocchio. Mako è l’ultima frontiera dell’ortopedia robotica: un brevetto americano che consente ai chirurghi di personalizzare, a seconda del paziente, il posizionamento delle protesi al fine di ottenere risultati ottimali con un livello di accuratezza e riproducibilità difficilmente raggiungibili con la tecnologia tradizionale. Il robot Mako è estremamente preciso: partendo dalla TAC del paziente, il sistema produce un modello tridimensionale sul quale il chirurgo può decidere con la massima precisione i parametri dell’intervento.

Presso l’Ospedale Koelliker è a disposizione delle equipe ortopediche anche NAVIO, un robot dotato di estrema precisione chirurgica che supporta il chirurgo in ogni fase dell’intervento di protesi di ginocchio. Il sistema robotico permette un’accurata realizzazione dell’intervento ricostruendo un’immagine 3D delle articolazioni, e definendo l’esatto posizionamento delle componenti protesiche.

L’Ospedale Koelliker è diventato anche Centro di Formazione per la robotica NAVIO per il Sud Europa per gli ortopedici che vorranno acquisire le nuove tecniche. Grazie all’esperienza del dott. Oprandi (Early adopter della robotika Navio), l’Ospedale Koelliker si pone come vero e proprio riferimento a livello internazionale per la chirurgia robotica ortopedica.

Domani, 15 di Febbraio dalle 10 alle 13, nella via Koelliker (ex via Contratti) che costeggia l’Ospedale, sarà posizionato il Mako Mobile Center della Stryker. Il pubblico potrà entrare in una sala operatoria riprodotta a bordo del truck e assistere ad una dimostrazione dal vivo e su osso finto della innovativa tecnologia Mako. Un’occasione unica per vedere all’opera il robot ortopedico.

“Il futuro dell’ortopedia protesica – dichiarano Losana e Oprandi – è certamente la robotica che, in aiuto a noi medici, consente interventi più precisi e meno invasivi, garantendo al paziente minor rischio di complicazioni ed un recupero post operatorio più veloce”.

“Vediamo con soddisfazione la crescita tecnologica e qualitativa dell’Ospedale Koelliker – prosegue Guido Giubergia – e confermiamo che la solidità finanziaria di Narval Investimenti consentirà di sostenere questo percorso di ricerca dell’eccellenza sanitaria offerta ai pazienti”.