Salvini: “Da Draghi no più tasse a parole, la Lega non vota”

13

PALERMO – “Mi fa piacere che Draghi a parole dica non voglio aumentare le tasse, ma la Lega e il centrodestra non possono votare un documento dove c’è scritto che potranno aumentare le tasse sui risparmi, sui conti correnti, sui titoli di Stato, sugli affitti e sulla casa”.

Così Matteo Salvini ai cronisti, fuori dall’aula bunker dell’Ucciardone, in una pausa dell’udienza del processo Open Arms, che vede il senatore della Lega imputato per sequestro di persona e rifiuto di atti d’ufficio.