Salvini: “Ucraina in Europa? Calibrare ogni proposta”

48

ASSISI (PERUGIA) – “In questo momento urge tornare alla pace. Bisogna calibrare ogni proposta che ci deve far pensare se l’avvicina o l’allontana. Quello che esaspera gli animi e i conflitti in questo momento non serve”. Il leader della Lega Matteo Salvini ha risposto così, conversando con i giornalisti, a una domanda su un eventuale ingresso in Europa dell’Ucraina.

Intanto per Garry Kasparov le proteste del popolo russo contro la guerra sono il sintomo che Putin si sta indebolendo. L’ex campione mondiale di scacchi e dissidente russo, intervistato nella puntata “Diamo voce alla pace” – lo speciale di PresaDiretta dedicato alla guerra in onda stasera alle 21.20 su Rai3 – sottolinea: “Putin ha speso molti soldi in armamenti, per l’apparato di sicurezza e per la propaganda, togliendo risorse dalla sanità, dal sistema sociale, da quello abitativo, dall’educazione e le persone non sono stupide”. E ancora: “Putin ha distrutto qualsiasi opposizione organizzata in Russia. Oggi vediamo migliaia di persone che vengono arrestate semplicemente per aver contestato la guerra. Molte di loro potrebbero finire in galera per anni. Ed è fantastico che nonostante il rischio enorme che si corre la gente lo stia facendo comunque”.