Scuola in presenza, Azzolina condivide la lettera di Miozzo a “Il Foglio”

ROMA – Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato tecnico-scientifico, ha scritto una lettera al quotidiano ‘Il Foglio’, chiedendo l’impegno di tutti per tornare al più presto alla scuola in presenza. La ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina (foto), ne ha voluto condividere su Facebook alcuni passaggi. Eccoli qui di seguito:

“I dati veri elaborati dall’Iss e validati da studi internazionali dicono che le aggregazioni di persone generano problemi di contagio, ma le aggregazioni a rischio per i giovani (soprattutto adolescenti) sono più frequenti prima e dopo il momento scolastico. Caro Direttore, premesso che in questa emergenza non esiste un luogo a rischio zero, dobbiamo dire con forza che la scuola è un luogo sicuro, dove il rischio è “accettabile”, dove negli ultimi mesi sono state messe in atto tutte le azioni necessarie per ridurre il rischio da contagio. Dobbiamo però lavorare ancora molto, tutti insieme, nessuno escluso per percorrere quest’ultimo miglio considerando questo obiettivo più importante del Natale o del cenone di Capodanno. Dobbiamo pretendere di ottenere il rafforzamento della sanità scolastica, le task force di sanitari che siano in grado di monitorare e dare risposte alle esigenze dei docenti e dei dirigenti scolastici, dobbiamo dare risposte al problema dei trasporti e al controllo delle aggregazioni esterne. Non dobbiamo tradire un’altra volta le aspettative dei nostri giovani, riportiamoli, a gennaio, a sedersi nel luogo a loro più familiare e amato, le aule scolastiche”.