Solinas: “Dalla Ue impegno a favore della specificità insulare”

14

CAGLIARI – “Iniziamo a raccogliere i frutti di un lavoro lungo e faticoso, condotto in prima fila dalla Sardegna alla quale viene giustamente riconosciuto il ruolo di traino dei diritti delle regioni insulari e degli oltre 20 milioni di cittadini che vi risiedono, pari al 4,6% della popolazione totale dell’Unione. Negli ultimi anni siamo stati, tra le Isole europee, tra quelle più impegnate a rivendicare un nuovo approccio nella formulazione delle politiche e della legislazione comunitaria. Oggi il frutto di questo lavoro diventa oggetto di un voto del Parlamento Europeo: non è il traguardo definitivo, ma è certamente una tappa importante”.

Così il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, sull’imminente voto a Strasburgo della mozione con la quale, per la prima volta, l’Europarlamento assume un impegno istituzionale a favore della specificità territoriale insulare nelle politiche europee. Capofila del Partenariato delle Regioni insulari periferiche del Mediterraneo – costituito da Sardegna, Baleari, Corsica, Creta, Gozo, Isole Ionie – la Sardegna, con l’intervento di Solinas, ha portato la questione insulare al centro dei lavori della Conferenza sul futuro dell’Europa, e ha partecipato da protagonista alla definizione del quadro normativo per affrontare le sfide e le esigenze specifiche dei territori insulari.

Lo stesso presidente è primo firmatario della proposta delle Isole d’Europa di inserire il tema in agenda; proposta sostenuta dall’intero partenariato istituzionale insulare europeo composto anche dalle Isole del Mediterraneo di cui la Sardegna è capofila e accolta dal Comitato delle Regioni, a testimonianza e riconoscimento del costante impegno istituzionale della Regione Sarda.

“Tutto questo lavoro preparatorio – sottolinea Solinas – ha portato alla predisposizione della ‘mozione Omarjee’ in votazione martedì 8 al Parlamento europeo”. Un impegno istituzionale a favore della specificità territoriale insulare nelle politiche europee costante, riconosciuto – al pari del ruolo all’interno del partenariato insulare europeo – da tutti gli interlocutori, e declinato attraverso numerose iniziative che hanno visto Solinas, membro del Comitato delle Regioni, impegnato in prima persona.