Sonia Bergamasco interviene alla presentazione de “Il Gusto della Libertà – Cinema e ’68”

TORINO – Sonia Bergamasco, che nel documentario “Il Gusto della Libertà – Cinema e ’68” ha prestato la voce all’attrice Anne Wiazemsky, all’epoca compagna di Jean – Luc Godard, interverrà alla conferenza stampa di questa mattina (29 novembre) che si terrà alle ore 12 a Torino, in via Verdi 16.

“Quello che il vento della contestazione portò nel cinema è il gusto della libertà”. Lo dice Serge Toubiana, storico direttore dei Cahiers du Cinéma, ricordando quegli anni e l’effetto che hanno avuto sul cinema. Il documentario di Giovanna Ventura, prodotto da Rai Movie, ricorda come quella generazione di cineasti sperimentò un nuovo linguaggio cinematografico, nella convinzione di poter fare la rivoluzione con la macchina da presa.

Un percorso attraverso interviste e materiale di repertorio raro o inedito per raccontare quell’anno che fu così speciale anche per il cinema, al quale fa da contrappunto la testimonianza di chi si è formato – non solo cinematograficamente – negli anni della contestazione. Da Marco Bellocchio che, con I pugni in tasca, ha fatto il film manifesto dell’epoca a Carlo Verdone che ha vissuto il 1968 al Centro Sperimentale di Cinematografia, come studente del primo anno. E poi il maggio francese nei ricordi di Toubiana e in quelli di Olivier Assayas, che il ‘68 lo mette in scena nel suo film Après Mai. Insieme a loro Paolo Flores d’Arcais testimone dei giorni di Valle Giulia e il giornalista Marco Damilano nato proprio in quell’anno.

Il documentario, presentato Fuori Concorso al Torino Film Festival nella sezione Festa Mobile, andrà in onda stasera stessa, 29 novembre, in seconda serata su Rai Movie.

Festa Mobile – Fuori Concorso

Giovedì 29 novembre alle 12 – Conferenza stampa in via Verdi 16

Giovedì 29 novembre alle 17.30 – Cinema Massimo 1 (Proiezione ufficiale)

Venerdì 30 novembre alle 11.30 – Cinema Massimo 1

Sabato 1 dicembre alle 17 – Cinema Reposi 1