Speranza conferma le misure: mascherine all’aperto e discoteche chiuse

97

Roberto SperanzaROMA – “Il primo provvedimento prevede una riduzione del tempo di vigenza del green pass, le nuove evidenze emerse ci portano a ridurre la durata a sei mesi. Riduciamo anche il tempo previsto per il richiamo, che scende a quattro mesi”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. “Il provvedimento – ha aggiunto Speranza – poi prevede il rafforzamento dell’uso delle mascherine. Saranno obbligatorie anche all’aperto e prevediamo una disposizione con obbligo di uso di FFp2 in alcuni ambiti, come i trasporti, i cinema, i teatri, i musei, negli eventi sportivi al chiuso e anche negli stadi. In questi luoghi al chiuso è proibito il consumo di cibi”.

“Il green pass rafforzato si richiede per accedere ai musei, mostre, parchi tematici, centri ricreativi e sale gioco. Anche alla ristorazione al chiuso al banco. Disposto anche il divieto di feste in piazza fino alla fine di gennaio a livello nazionale. Sempre per ridurre il rischio il governo ha deciso di sospendere fino al 31 gennaio le attività delle discoteche e delle sale da ballo”.

“Ci sono altre due indicazioni – ha concluso Speranza – aumento dei controlli nelle aree di frontiera e un investimento per rafforzare lo screening delle scuole. Noi mettiamo in campo misure che pensiamo possano dare maggiore protezione ai nostri cittadini e al nostro Servizio sanitario nazionale”.