Stabilimento Pfizer Catania, Giulia Grillo chiede un incontro al ministro Giorgetti

21

CATANIA – “Lo scorso 29 luglio ho partecipato all’incontro organizzato da UIL Sicilia, UIL Catania e UILTEC Catania dal titolo “Produrre vaccini a Catania, perché no?”. Abbiamo avuto la possibilità di discutere delle richieste che vengono dal territorio siciliano in tema di produzione di vaccini Covid e della possibilità di aumentarne la produzione grazie allo stabilimento già presente a Catania. La riconversione industriale dello stabilimento farmaceutico Pfizer di Catania è in linea con quanto prevede il Decreto Legge 22 marzo 2021 n. 41 ed in particolare l’articolo 20 che contempla misure in materia di salute e sicurezza”.

Così l’ex ministra della salute Giulia Grillo (M5S), che aggiunge: “Credo fortemente nella necessità di favorire il potenziamento della ricerca e la riconversione industriale del settore biofarmaceutico verso la produzione di nuovi farmaci e vaccini per fronteggiare in ambito nazionale le patologie infettive emergenti, anche attraverso la realizzazione di poli di alta specializzazione prevedendone altresì la produzione nello stabilimento della città etnea. Le richieste dei lavoratori dello stabilimento Catanese sono assolutamente condivisibili e appare quasi scontata la scelta dì investire anche su questo stabilimento produttivo, senza ignorare le ovvie ripercussioni positive sull’economia del territorio siciliano”.

Durante l’incontro con le sigle sindacali, la parlamentare pentastellata si è impegnata “affinché si avviasse una costruttiva discussione sul tema con il MISE e per questo motivo ho inviato una richiesta di incontro e confronto con il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, che sono certa sarà sensibile al tema”.