“Strategia lean lifestyle”, guida pratica al lavoro snello

50

Edito da Hoepli, spiega come mettere in pratica un nuovo modo di lavorare e fare impresa ad alto impatto, con semplicità e agilità in un mondo sempre più veloce e complesso

luciano attolico strategia leanMILANO – Con la pandemia, il mondo del lavoro è cambiato. Forse per sempre. Il 54% delle aziende interpellate da Fondirigenti a marzo 2021 si dice intenzionato a usare lo smart working in modo permanente (il 13% già lo adottava prima del Covid-19), con tutto ciò che ne consegue in termini organizzativi, tecnologici e di equilibri all’interno del team. Riconfigurare in modo così radicale la quotidianità è un compito tutt’altro che semplice, e lo dimostra il crescente senso di frustrazione che serpeggia tra la popolazione aziendale. Su 2mila lavoratori italiani interpellati da LinkedIn dopo due mesi di lockdown, il 46% si dice più ansioso e stressato rispetto a prima e il 48% ammette di lavorare almeno un’ora in più al giorno, il che equivale a quasi 3 giorni in più al mese. Apparentemente è un paradosso: sulla carta le aziende si sono dotate di informatici sempre più sofisticati e metodologie per incrementare la produttività e l’efficienza, ma nella pratica le persone lavorano sempre di più, sono sempre più stressate e faticano a ottenere risultati.

Questo accade perché, in un panorama che si evolve in modo così frenetico e imprevedibile, molte aziende sono rimaste ancorate ai tradizionali modelli organizzativi, statici e talvolta obsoleti. A fornire gli strumenti per superare questa impasse è l’evoluzione del lean thinking, la celeberrima strategia operativa – mutuata dal mondo automotive – che prevede di snellire i processi ed eliminare gli sprechi. Dopo aver rivoluzionato il modo di realizzare prodotti e servizi, il lean thinking diventa lean lifestyle, uno stile di vita da adottare dentro e fuori dall’azienda.

Strategia lean lifestyle – Lavorare e fare impresa con più risultati, agilità e benessere è il titolo del nuovo manuale di Luciano Attolico, in uscita per Hoepli il 18 giugno. Con oltre 25 anni di esperienza, prima come top manager di multinazionali e poi come imprenditore, Luciano Attolico è considerato uno dei massimi esperti europei di lean thinking, leadership e innovazione ad alto impatto. È fondatore e Ceo di Lenovys, società di consulenza e formazione che conta su un team di 50 ingegneri, economisti e psicologi, ha servito oltre 500 clienti e formato 30mila persone. È autore dei best seller “Innovazione Lean” e “Toyota Way”, con oltre 20.000 copie vendute in Italia, e di “Lean Development and Innovation”, pubblicato negli Usa.

“E-mail, telefonate, riunioni, webinar, si susseguono senza soluzione di continuità, con tassi di invasività cresciuti esponenzialmente nell’ultimo anno: siamo interconnessi con tutto il mondo intorno a noi, ma, giorno dopo giorno, ci siamo assuefatti e spesso non sappiamo neanche il perché di quello che facciamo”, dichiara Luciano Attolico. “Si sono consolidati comportamenti ipereattivi e iperframmentati e si fa una gran fatica a mantenere vera lucidità e concentrazione nelle attività che contano davvero. Risultato: persone e aziende non esprimono il massimo potenziale possibile e resta un’utopia ottenere risultati e benessere, senza compromessi”.

La soluzione? “Mettere in sicurezza l’intera vita lavorativa e l’intera vita privata delle nostre persone. Come? A partire dalla definizione di piani di formazione che agiscano a livello di consapevolezza dei problemi e degli effetti causati dalle attuali modalità di lavoro, e poi di apprendimento di metodi e strumenti di lavoro agile, cui far seguire progetti individuali e di team, supportati da un mentoring specifico, che consentano di passare all’azione e di monitorare con appositi indicatori i risultati in termini di miglioramento dei risultati professionali, aziendali e di qualità di vita, dentro e fuori l’azienda”, continua Attolico.

Questo percorso prende il via dalla consapevolezza. “Non si diventa eccellenti facendo tutto. Il manager deve imparare a distinguere le attività di servizio da quelle a valore aggiunto, le attività necessarie rispetto a quelle che rappresentano spreco. Questo primo step conduce a rialzare la testa da sotto la sabbia e a riprendere il controllo delle proprie attività, a decidere consapevolmente se e come lasciare che interruzioni e flussi di comunicazione esterna influenzino il nostro agire. Non si tratta in maniera semplicistica di gestire efficacemente il proprio tempo o, peggio, di fare tutto nelle ore a disposizione (che ovviamente non basteranno mai), oppure di apprendere tecniche per aumentare il proprio focus, bensì di definire in maniera prioritaria, e ‘proteggerle’ dalle distrazioni e dalle interruzioni, le attività essenziali per ottenere più risultati per il proprio lavoro e più benessere, congiuntamente”.

Il libro è fitto di esempi, strumenti e metodologie “passo-passo” utili per cominciare ad applicare in autonomia i principi operativi della Strategia lean lifestyle con l’obiettivo di ottenere benefici per sé stessi, per il proprio team e per le prestazioni della propria azienda. Strategia lean lifestyle condensa oltre dieci anni di esperienze operative e progetti applicativi ed è arricchito con numerose testimonianze di imprenditori e manager che svelano il “dietro le quinte” di casi di successo, tra cui Orogel, Sammontana, Siemens Italia, Marcegaglia, Streparava, Campari, Ferretti Group, Poste Italiane, Labomar, Lucchini RS, Elettronica, Cromology, Stanley Black & Decker.

BIOGRAFIA

Luciano Attolico, dopo la laurea in Ingegneria meccanica, inizia il suo percorso professionale in Magneti Marelli e arriva poi a ricoprire ruoli di livello internazionale in Siemens applicando il lean thinking in tutti i progetti aziendali seguiti. Dopo la carriera in azienda fonda Lenovys e si consolida come uno dei massimi esperti in Europa e in Italia della metodologia, e sviluppa il modello di Lean Lifestyle Company per aiutare le aziende a raggiungere congiuntamente più risultati e più benessere. Attolico è autore dei best seller “Innovazione Lean” e “Toyota Way” con oltre 20.000 copie vendute in Italia. Nel 2019 ha pubblicato in lingua inglese “Lean Development and Innovation”, diventando l’unico autore italiano nel settore ad essere pubblicato anche negli Stati Uniti.

Nata nel 2009, Lenvoys è oggi formata da un team di 50 ingegneri, economisti e psicologi. Ha servito oltre 500 clienti in più di 730 progetti e formato 30.000 persone. Nel 2017 è stata inserita dal Financial Times tra le 1000 aziende europee con il più alto tasso di crescita organica, l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza e La Repubblica Affari & Finanza la inseriscono negli ultimi tre anni nella classifica delle 400 aziende italiane in maggiore espansione economica e nel 2020 Statista/Sole24ore l’ha premiata con il riconoscimento “Leader della Crescita”.