Stretta sulle discoteche, Boccia: ‘Se i numeri non cambiano saranno chiuse’

ROMA – “Se i numeri non cambiano sarà inevitabile; la prossima settimana si cercherà di condividere una scelta rigorosa con tutte le regioni”. Così il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, (foto) in un colloquio con La Stampa incentrato su una nuova possibile stretta sui locali della movida, discoteche (che – dice l’esponente del governo – non si sarebbero dovute riaprire) e stabilimenti balneari.

Il ministro Boccia si è inoltre detto “convinto che dopo Ferragosto si arriverà alla chiusura in tutte le regioni”, ma non è escluso che si possa fare prima.