Telelavoro, il 73% dei dipendenti non ha ancora una guida sulla cybersicurezza

Lavoro computer

ROMA – Alle prese con il telelavoro, tre dipendenti italiani su quattro (73%) non hanno ancora ricevuto una guida o una formazione specifica sulla cybersicurezza per proteggersi dai rischi. A dirlo è l’ultimo report della società di sicurezza informatica Kaspersky, basato su un sondaggio che ha coinvolto 6mila lavoratori su scala globale di cui 550 in Italia.

Stando all’indagine, quasi un quarto (24)% dei dipendenti italiani ha detto di aver già ricevuto e-mail di phishing a tema Covid-19. Il download accidentale di contenuti malevoli da questo tipo di email – ribadiscono gli esperti – può portare all’infezione dei dispositivi e anche alla compromissione dei dati aziendali.

Sempre in base al sondaggio, molti dipendenti hanno dichiarato di aver aumentato l’uso di servizi online non approvati dai reparti IT delle loro aziende, come le app per le videoconferenze (35%), per la messaggistica istantanea (39%) o per l’archiviazione dei file (35%).