Toni Belfatto, dagli Stati Uniti a Dubai passando per l’America Latina

DUBAI – Riparte con grandissimo slancio il 2020 firmato Toni Belfatto con una serie di appuntamenti che lo vedranno come protagonista di congressi ed eventi formativi dedicati alla bellezza in tutto il mondo. Il tour del professionista partirà a marzo con la masterclass “Sopracciglio iperrealistico” che si terrà a Cipro.

Ad aprile il dermopigmentista parteciperà al Congresso internazionale di estetica a San Paolo in Brasile, terrà sempre a San Paolo la masterclass su Tricopigmentazione e sopracciglio iperrealistico e a seguire ci sarà la terza edizione della Pmu Cruise Experience, la formazione a bordo di una nave da crociera tenuta da Belfatto e il suo staff. Un’idea questa nata tre anni fa con l’intento di creare un’occasione nuova di incontro e non solo di formazione tra i dermopigmentisti, e quale modo migliore se non trascorrere qualche giorno su una nave, opportunità ghiotta per chi vuole formarsi ma anche avere a disposizione momenti di relax e intrattenimento?

Gli appuntamenti di maggio saranno ben quattro: a Dubai ci sarà la presentazione ufficiale di Tricorigen; in Italia Belfatto riceverà una delegazione di brasiliane alle quali offrirà un master di quattro giorni; a seguire parteciperà a due prestigiosi congressi, uno a Città del Messico e l’altro a Roma (Congresso medico estetico SIME). Nel mese di giugno gli appuntanti saranno tre: Las Vegas, New York e Cartagena in Colombia. Il dermopigmentista a luglio volerà di nuovo negli Stati Uniti, a Miami, per un congresso e una masterclass.

Tutti questi appuntamenti sottolineano come il settore della dermopigmentazione, e della bellezza in generale, sia sempre più in voga in ogni angolo del pianeta e Toni Belfatto ne è sicuramente uno dei portavoci più autorevoli. Specializzarsi nel settore della dermopigmentazione, che consiste in una serie di interventi inseribili nel più ampio concetto di tatuaggio paramedicale, è stato per lui una scommessa vincente che lo ha portato a raggiungere traguardi e riconoscimenti importanti, come i due Oscar Internazionali di Trucco Permanente ricevuti in Brasile per due anni consecutivi (nel 2018 e nel 2019). La costanza nei suoi studi e la continua attenzione alla ricerca e alla sperimentazione di nuove tecniche hanno fatto sì che la dermopigmentazione firmata Belfatto sia definita “psicologica”, ovvero una tecnica che cura l’aspetto psicologico della patologia, riconcedendo alle persone che si rivolgono a lui per un trattamento estetico il benessere psicologico e soprattutto lo “stare bene con se stessi”.

Toni Belfatto, oltre ad essere un dermopigmentista sperimentale e un affermato docente di fama internazionale, presiede un importante realtà associativa, l’A.I.D.E.R., che raccoglie numerosi dermopigmentisti italiani e si occupa tra le tante cose anche degli aspetti legali legati alla professione, tra i quali la possibilità di rendere mutuabili quei trattamenti richiesti e praticati per l’insorgere non di un vizio estetico ma di una vera e propria patologia, di ottenere la copertura assicurativa per i danni subiti dai clienti che si rivolgono a operatori del settore che non posseggono il know how completo sull’utilizzo della tecnica e la necessità, sempre crescente, di proporre iniziative legislative che colmino il vuoto normativo e di conseguenza facciano chiarezza su un mondo ancora offuscato da tanta ambiguità.