Torna ‘Una storia per emergency’, bando per sceneggiature di cortometraggi: ecco come partecipare

ROMA – Torna ‘Una storia per emergency’, bando per sceneggiature di cortometraggiROMA – Dopo il successo della prima di edizione di “Una storia per Emergency”, con oltre 50 sceneggiature ricevute e il cortometraggio Ape regina di Nicola Sorcinelli selezionato in concorso ad ‘Alice nella città’ 2019, si rinnova il legame di Emergency con il mondo del cinema.

È on line il bando della seconda edizione del concorso per sceneggiature di cortometraggi sul tema dei diritti, della pace, della solidarietà e dell’accoglienza rivolto a ragazze e ragazzi tra i 16 e i 25 anni di età. Il bando nasce per promuovere presso i più giovani una riflessione sulle devastanti conseguenze sociali e sanitarie della guerra, sulla possibilità di lavorare per abolirla, sull’accoglienza e sulla tutela dei diritti umani come primo, indispensabile passo verso un percorso di pace.

Grazie alla collaborazione con Groenlandia e Rai Cinema, Emergency trasformerà la sceneggiatura vincitrice in un cortometraggio a cui poi offrirà la massima visibilità, di concerto con i partner. Le sceneggiature saranno valutate da una giuria composta da:

  • Jasmine Trinca (attrice),
  • Laura Delli Colli (Sngci, Festa del Cinema di Roma),
  • Carlo Brancaleoni (Rai Cinema),
  • Costanza Quatriglio (regista),
  • Michela Greco (Emergency),
  • Alessandra De Luca (giornalista)
  • Matteo Rovere (Groenlandia)

La partecipazione al concorso è gratuita. Sarà possibile candidarsi compilando i moduli presenti su questo sito entro le ore 24 del 15/01/2020. Le sceneggiature candidabili dovranno essere idonee per la realizzazione di un cortometraggio della durata minima di 3 minuti, originali e inedite. La giuria selezionerà la sceneggiatura di cortometraggio vincitrice in base ai criteri di qualità, originalità, attinenza al tema dato e fattibilità produttiva.

La seconda edizione di “Una storia per Emergency” è realizzata con il contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) nell’ambito del progetto “No alla guerra, per una società pacifica e inclusiva rispettosa dei diritti umani e della diversità fra i popoli”, un’iniziativa di Educazione alla Cittadinanza Globale.