Toti vede i suoi dopo il flop elettorale: ‘Chi vuole andarsene è libero’

18

giovanni totiGENOVA – “L’ultima delle mie preoccupazioni è che qualcuno possa lasciare la Lista Toti dopo i risultati elettorali. La libertà individuale fa parte di quei principi costituzionali che non vanno modificati. Certo, dovremo fare una riflessione già a partire da stasera”. Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, sulla possibilità che alcuni consiglieri regionali lascino la sua lista dopo il flop di “Noi moderati” alle elezioni di domenica. Stasera è in programma un vertice di gruppo convocato dal governatore, mentre nei prossimi due giorni Toti incontrerà, prima separatamente e poi tutti insieme, i leader degli altri partiti della maggioranza di centrodestra per iniziare a studiare il necessario rimpasto di giunta.

“La Lista Toti è il nerbo di questa amministrazione – ragiona il governatore – ha fatto parte di quel progetto politico di ‘Noi moderati’ che ha lasciato risultati non soddisfacenti per tutti, ma credo che nessuno possa puntare il dito ed ergersi a giudice. Tutti sono responsabili quando la politica non funziona come si deve, ma la Lista Toti ha il compito di portare in fondo la legislatura regionale, attuare quello che abbiamo promesso ai cittadini, rispettare gli impegni presi di riforme e di miglioramento della regione. Credo che nessuno si sottrarrà a questo compito”.