Trump ritarda il piano per i primi vaccini alla Casa Bianca: “Ho chiesto che sia fatta questa modifica”

82

WASHINGTON – Donald Trump (foto) cambia il piano per includere i dirigenti della Casa Bianca tra i primi a ricevere il vaccino anti Covid della Pfizer, in distribuzione da oggi negli Usa: “Le persone che lavorano alla Casa Bianca dovrebbero ricevere il vaccino un po’ più tardi nel programma, salvo specifiche necessità. Ho chiesto che sia fatta questa modifica”, ha twittato. Non è chiaro perché il presidente voglia cambiare il piano per il suo entourage, che era stato confermato anche dal consiglio di sicurezza nazionale per rafforzare la fiducia dell’opinione pubblica.

“Il popolo americano deve avere fiducia che sta ricevendo lo stesso vaccino sicuro ed efficace degli alti dirigenti della Casa Bianca in base al consiglio dei professionisti della sanità pubblica e della leadership della sicurezza nazionale”, aveva sottolineato John Ullyot, portavoce del consiglio della sicurezza nazionale.

Quanto allo stesso Trump, il presidente, guarito dal coronavirus dopo il ricovero in ospedale in ottobre, ha detto che non ha ancora programmato quando fare il vaccino ma di essere impaziente di farlo “al momento appropriato”. In precedenza aveva sostenuto di essere immune, ma secondo gli esperti non è chiaro se le persone guarite da Covid-19 siano protette da una seconda infezione ed eventualmente per quanto.