Una delegazione del Comitato Schengen a Pozzallo, Porto Empedocle e Lampedusa

ROMA – Una delegazione del Comitato parlamentare di controllo su Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol e in materia di immigrazione, guidata dal presidente, Eugenio Zoffili (Lega), e composta dai deputati Filippo Giuseppe Perconti (M5S), Vito De Filippo (IV) e dai senatori Nazario Pagano (Forza Italia, foto) e Toni Chike Iwobi (Lega), nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla “Gestione del fenomeno migratorio nell’area Schengen, con particolare riferimento all’attualità dell’Accordo di Schengen, nonché al controllo e alla prevenzione delle attività transnazionali legate al traffico di migranti e alla tratta di persone” si recherà in missione a Pozzallo (RG), Porto Empedocle (AG) e Lampedusa (AG) da martedì 23 a giovedì 25 giugno, in relazione alle recenti problematiche verificatesi nell’accoglienza dei migranti anche a seguito dell’emergenza sanitaria e la conseguente necessità di assicurare loro la quarantena.

Nel corso della missione la delegazione parlamentare incontrerà rappresentanti istituzionali, delle forze dell’ordine, della Capitaneria di porto competenti per l’accoglienza, la vigilanza e l’aspetto sanitario ed effettuerà sopralluoghi nell’hot spot di Pozzallo (ore 16 del 23 giugno) e alle strutture di accoglienza destinate alla quarantena dei migranti dove si svolgeranno incontri con i relativi responsabili (nave Moby Zazà nella rada di Porto Empedocle, alle 10.30 del 24 giugno e, a seguire, la struttura Oltre il mare, di Siculiana e il Villaggio Mosè di Agrigento). A Lampedusa parteciperà a un’operazione di ricognizione a bordo di un mezzo di servizio della Guardia di finanza e il giorno dopo, alle ore 10, visiterà l’hot spot di Contrada Imbriacola.

Quanto emerso nel corso della missione del Comitato Schengen sarà oggetto di una relazione alle Camere e di un confronto con la ministra Lamorgese, che sarà ascoltata dal Comitato il 30 giugno 2020.