Uso del plasma iper-immune nella lotta al Covid 19, il commento di Bruno

raffaele bruno

Il direttore malattie infettive dell’ospedale riferisce a Tv2000: “La situazione sicuramente fa ben sperare. In futuro dovremmo usare tutti la mascherina”

ROMA – “L’uso del plasma iper-immune è una terapia molto vecchia, si è usata in tempi lontani quando non c’era possibilità di fare altra terapia. Questa sfrutta la possibilità di usare gli anticorpi presenti nel plasma dei pazienti convalescenti. Abbiamo iniziato questa sperimentazione speriamo possa essere di ulteriore aiuto. Non è la soluzione del problema ma un ulteriore aiuto nel cercare di combattere questa malattia”.

Lo ha detto il direttore malattie infettive dell’ ospedale San Matteo di Pavia, Raffaele Bruno (nella foto), a Tv2000 in collegamento con il programma ‘Il mio medico’ parlando dell’emergenza coronavirus.

“In questo momento – ha spiegato Raffaele Bruno – abbiamo i reparti pieni ma non abbiamo più una pressione forte sul pronto soccorso. La situazione sicuramente fa ben sperare. Questa non deve essere una scusa per allentare quella che è l’attenzione e il senso di responsabilità dei cittadini nel rimanere a casa”.

Il direttore Malattie Infettive Ospedale San Matteo di Pavia ha infine invitato tutti ad usare le mascherine: “Bisogna usare le mascherine. Il loro uso è importante anche perché dovremmo abituarci in futuro quando ci sarà un graduale rientro in comunità”.