Vincenzo Spadafora presenta il suo libro e fa coming out

60

ROMA – Ieri sera Vincenzo Spadafora ha presentato a “Che tempo che fa” il suo libro, “Senza riserve”, in uscita giovedì 11 novembre, e con l’occasione ha fatto coming out. Oggi su Facebook l’ex ministro dello sport spiega che questo libro “parla di politica e di futuro. Racconta come il Movimento sia cambiato, cosa è successo dietro le quinte dei due governi Conte, come vorrei che ci preparassimo alle prossime sfide. Ma, come ho detto ieri, parla anche della mia vita privata perché ho scoperto, forse troppo tardi, che avere rispetto per se stessi e volersi bene è la prima grande conquista per ciascuno di noi. Inoltre, credo sia giusto che chi ricopre un ruolo pubblico parli un linguaggio di verità e sostenga con la testimonianza di vita personale coloro che combattono quotidianamente, spesso nel silenzio generale, per affermare i loro diritti”.

Poi Spadafora aggiunge: “In politica, come in tanti altri ambienti, l’orientamento sessuale viene ancora usato con intento denigratorio, alimentando un brusio di fondo squallido e fastidioso. Ecco, ho voluto eliminare quel brusio. Oggi più che mai posso con orgoglio presentarmi a tutti per quello che sono, per ciò che ho costruito in questi anni con fatica e passione, con i miei pregi e i miei errori. Spero di continuare ad essere giudicato principalmente per il mio operato, per ciò che farò e per come lo farò. Ciò che mi renderà ancora più forte in questo percorso è l’affetto e l’amore delle persone che mi vorranno bene, sempre e comunque, perché domani continuerò ad essere la stessa persona di oggi. Forse solo più felice, perché ancora più libero”.