Visco: “Un’Europa più giusta è il peggior nemico della destra”

PESCARA – Ieri a Pescara, all’interno del ciclo di lezioni dell’Università di Strada organizzata dall’Arci, è intervenuto Vincenzo Visco, già Ministro delle Finanze dal 1996 al 2000 e protagonista del percorso che portò l’Italia ad aderire all’euro. Hanno accolto il Ministro una sala piena soprattutto di giovani studenti e l’introduzione di Francesco D’Agresta, segretario provinciale di Articolo Uno.

Visco nella sua lezione ha ripercorso la storia economica dell’occidente nell’ultimo secolo con un focus speciale sull’ultima crisi economica, per poi analizzare lo stato dell’Unione Europea e delle sue istituzioni democratiche evidenziando l’incompiutezza del progetto unitario dal punto di vista politico ed economico.

Gli interventi del pubblico e le conclusioni hanno espresso la necessità di intraprendere una riforma da sinistra dell’Unione Europea, una realtà ed un sogno che non va abbandonato ma che deve ritrovare la forza per attuare una politica economica’ lavorativa e sociale comune come nelle intenzioni dei, suoi fondatori. Sarà infatti – secondo gli intervenuti – proprio un’europa più giusta il peggior nemico dei populismi e dei sovranismi di destra.