Von der Leyen ricorda David Sassoli: “Credeva nella potenza della democrazia”

7

ROMA – “‘L’Unione Europea non è un incidente della storia, è nata dal desiderio di libertà come antidoto ai regimi’. Sassoli credeva che il nostro compito fosse quello di essere vigili, ecco perchè lotto così duramente per difendere dignità e diritti di tutti. Credeva nella potenza della democrazia europea ma sapeva anche che la democrazia è fragile e va protetta”. Così la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, nel corso dell’evento dedicato all’uscita del libro “La saggezza e l’audacia. Discorsi per l’Italia e per l’Europa” di David Sassoli.

“C’è un discorso in particolare che non posso dimenticare nell’estate del 2021: ‘la nostra unione – diceva – è nata per rispondere agli orrori della guerra ci siete mai chiesto perchè i regimi autoritari avevano paura di noi? C’è solo una ragione: i nostri valori di libertà che conducono a opportunità e pace. Se è successo in Europa può succedere ovunque’. Questo era prima dell’invasione russa in ucraina, sembra una profezia oggi”, ha aggiunto von der Leyen.