Zaia boccia l’appello di Rolling Stone contro Salvini

BRUXELLES – “La risposta è quella del contratto sociale di Rousseau, secondo cui il popolo ti delega a rappresentarlo e, quando non lo rappresenti più, ti toglie la delega. Mi sa che in questo caso la delega non l’ha tolta al Governo e a Salvini ma a quelli che firmano questi appelli. Ci pensino veramente, perché non rappresentano più il popolo”.

Così il governatore del Veneto, Luca Zaia (foto), risponde all’appello lanciato dalla rivista Rolling Stone e sottoscritto da molti esponenti della cultura, del cinema e della musica italiana contro Matteo Salvini e le sue politiche.