Zaia candida Venezia a sede dell’Autority europea antiriciclaggio

36

Luca ZaiaVENEZIA – Il Presidente della Regione, Luca Zaia, con una lettera formale inviata al Governo, ha candidato il Veneto, con la città di Venezia, ad ospitare la sede della nuova Autorità Europea per la lotta al riciclaggio di denaro e il contrasto al finanziamento al terrorismo (AMLA – Autority for anti moneylaudering and countering the financing of terrorism).

“Ciò – scrive il Governatore – in quanto la Regione del Veneto è sempre stata in prima linea nella promozione della legalità e sicurezza dei cittadini, in un contesto di tutela dell’ordine sociale”. “Tale Autority – prosegue la lettera – fungerà da centrale di coordinamento delle Autorità nazionali e sarà diretta a garantire l’applicazione corretta, coerente e uniforme della disciplina comunitaria in materia, rappresentando motivo di grande prestigio per il nostro Paese, qualora quest’ultima trovasse accoglienza in Italia e segnatamente a Venezia”.

La proposta di Venezia, secondo il Governatore, si pone in continuità con la prestigiosa destinazione di una città che, con il suo elemento storico-culturale e sociale, appare essere la sede più consona in relazione al valore e autorevolezza dell’istituenda Autorità. “Una candidatura – fa notare il Presidente Zaia – che si inquadra in una precisa strategia volta a rendere sempre più internazionale la realtà e l’immagine del Veneto, attraverso la realizzazione di grandi eventi, come le Olimpiadi invernali 2026 di Milano Cortina, i grandi appuntamenti culturali, e la collocazione sul territorio di importanti sedi istituzionali europee e mondiali, come l’Autority antiriciclaggio”.

A corredo della candidatura viene anche dettagliatamente descritta l’area geografica veneziana e la sua imponente dotazione di infrastrutture di collegamento, centri di cultura, Università, economia.