Lecce, trovato un senegalese irregolare sul territorio nazionale: sarà espulso

LECCE – Nell’ambito dell’operazione “Legalità diffusa: ad oltranza” ieri sera, nel quartiere “Ferrovia”, è stato individuato un 34enne senegalese, irregolare sul territorio nazionale. Lo straniero sarà espulso dal territorio nazionale con accompagnamento al C.I.E. di Brindisi.

Il servizio di controllo di polizia nell’area circostante la stazione ferroviaria ha comportato:

  • il controllo e l’identificazione di 31 cittadini extracomunitari in ordine alla loro regolarità sul territorio nazionale. Di questi 31: uno, come detto, sarà espulso, e uno, sempre di origine senegalese del 1972, è stato denunciato per il reato di falsità materiale commessa da privato “per aver posseduto una patente di guida palesemente falsa”.
  • la sanzione amministrativa complessiva di 3.000 euro a carico di un esercizio commerciale di vendita di prodotti alimentari etnici per inosservanza amministrativa attinente le disposizioni in materia di carenze strutturali e per mancanza del manuale sulla tracciabilità di prodotti provenienti dall’estero.

Anche con l’intervento del servizio comunale di igiene è stata perlustrata la zona, senza tuttavia riscontrare ammassi di rifiuti e giacigli di fortuna. I servizi di controllo del territorio mirati al quartiere Ferrovia continueranno a oltranza fino a quando non si stabilirà e si manterrà un ordinato vivere civile.

Rispetto ai primi servizi straordinari di controllo del territorio – effettuati il 30 e il 31 maggio – già a distanza di poche settimane di presenza della Polizia di Stato nel quartiere “ferrovia” è risultato meno agevole, per gli agenti di polizia, intercettare nelle pubbliche vie situazioni di disordine sociale e presenza di persone moleste.