Premio Equilibrio 2018: il vincitore è Nicola Galli con “Deserto Digitale”

Premio Equilibrio 2018: il vincitore è Nicola Galli con "Deserto Digitale"Spiegano i giurati del Premio Equilibrio: “L’autore di 28 anni si è imposto per l’audacia compositiva e il respiro intellettuale del progetto musicologico. L’unità estetica dell’ispirazione, il raffinato cromatismo del costume e la particolarità d’interprete”

Nicola Galli vince il premio Equilibrio 2018 della Fondazione Musica per Roma per il lavoro “Deserto Digitale”. Ad annunciarlo è la giuria composta da Roger Salas, Valeria Crippa, Ana Moreno, Rino De Pace e David López.

Una menzione speciale è stata assegnata anche al lavoro presentato da Simone Zambelli con il titolo “Non Ricordo”. “Per la poesia e la capacità di evocare un mondo intriso di memorie, punteggiato di elementi lirici ed esaltato dalla sensibilità dell’interprete 25enne”.

Il Premio alla Carriera è stato assegnato invece alla coreografa statunitense Karole Armitage (Madison, 1954).

“Il segno d’autrice è riuscito a condensare passato e presente in una pluralità di linguaggi che hanno fatto dialogare il balletto classico con il punk. La street art con la fisica quantistica. Ha influenzato più generazioni di coreografi e danzatori sulla scena internazionale e radicando la propria esperienza in Italia”.

“Il numero delle domande di partecipazione al Premio Equilibrio 2018 è stato molto superiore rispetto a quello delle ultime edizioni.Ha dichiarato il direttore artistico del Festival Equilibrio Roger SalasInoltre voglio congratularmi con tutti i partecipanti, che hanno dato testimonianza della vitalità del paesaggio della danza contemporanea in Italia. Hanno messo in scena coreografie eterogenee, complesse e animate da notevoli capacità interpretative”.