A Roma l’assemblea fondativa del Fronte Sovranista Italiano

Fronte Sovranista ItalianoROMA – Domenica 5 giugno alle ore 10:30 nascerà a Roma, presso il Teatro dell’Angelo (via Simone De Saint Bon, 19), il primo partito sovranista italiano. I soci dell’ARS – Associazione Riconquistare la Sovranità, dopo 4 anni di paziente lavoro di aggregazione politica, si danno appuntamento e invitano simpatizzanti e curiosi per la loro ultima assemblea nazionale, che sarà anche assemblea fondativa del FSI – Fronte Sovranista Italiano.

“Sovranismo” e “Sovranista” sono neologismi introdotti dall’ARS per designare l’istanza di riconquista della sovranità da parte del Popolo e dello Stato italiani e la ricollocazione della Costituzione, anche di fatto, al vertice dell’ordinamento.

Il contrasto insanabile tra la disciplina costituzionale e i principi cardine dell’Unione europea impone una scelta di campo senza cedimenti o adattamenti.

Nessuna delle formazioni politiche esistenti esprime una posizione realmente sovranista, né si propone un recupero autentico della Costituzione. Si impone pertanto l’esigenza di una nuova classe politica, che sia genuinamente popolare poiché espressa dalle avanguardie del Popolo e che nel Popolo ritrovi la fonte originaria di legittimità del potere.

Scopo del Fronte Sovranista Italiano è quindi la riconquista e l’esercizio concreto da parte dell’Italia della propria sovranità nazionale, in ogni sua forma ed espressione, attraverso il recesso dall’Unione europea e l’introduzione, in ogni ambito, di normative e programmi che costituiscano fedele applicazione della Costituzione repubblicana del 1948 e attuazione del modello economico e sociale in essa delineato.

Nel corso dell’assemblea, insieme all’Atto Costitutivo e allo Statuto del nuovo partito, verranno approvati 3 documenti programmatici (che con gli 8 documenti programmatici già approvati dell’ARS andranno a formare il programma politico del FSI):

1) “Proposta di riforma del sistema bancario”; 2) “La disciplina delle finanze dei Comuni”; 3) “Giochi e scommesse”.

Tutti i sovranisti, tutti i cittadini che si riconoscono nei valori della Costituzione e non si rassegnano ad assistere passivamente al delcino del proprio Paese, sono invitati a partecipare.