330 milioni per interventi di edilizia scolastica leggera, Vacca (M5S): “Fondamentale il contributo degli enti locali”

ROMA – “Scadrà il 3 luglio il bando che mette a disposizione 330 milioni di euro da dedicare a interventi di edilizia leggera. Ora più che mai è importante CHE sindaci ed enti locali colgano questa occasione messa in campo dal Governo per intervenire sulle strutture scolastiche”. Lo afferma il capogruppo della Commissione cultura e istruzione alla camera Gianluca Vacca.

“Agli enti locali – spiega Vacca – in fase di conversione in legge del decreto Scuola, abbiamo affidato poteri speciali proprio in materia di edilizia, al fine di accelerare la realizzazione degli interventi. I fondi per l’edilizia scolastica stanziati da inizio anno superano il miliardo e altri sono in arrivo, ma in particolare in questa fase è importante che i sindaci non perdano l’occasione di presentare i progetti per il bando e che scade il 3 luglio, per aiutare le scuole a programmare il rientro a scuola in sicurezza. Altro contributo importante che ci aspettiamo dagli enti locali è quello della mappatura delle necessità di spazi e personale che confluirà nel cosiddetto “cruscotto”, il software del ministero dell’Istruzione che registra gli spazi disponibili e il numero di alunni da redistribuire. Se dai territori arriveranno celermente le informazioni necessarie, sarà più semplice evidenziare le criticità e mettere a disposizione fondi adeguati per far partire subito i lavori di adeguamento degli spazi o di messa a disposizione di nuove strutture, così come si provvederà a sostenere finanziariamente l’impiego di personal aggiuntivo. Per vincere la sfida delle ripartenza in sicurezza e delle rigenerazione edilizia delle nostre scuole ciascuno deve fare la propria parte: siamo convinti che anche stavolta il Paese darà il meglio di sé per il bene del suo patrimonio più prezioso: le nostre ragazze e i nostri ragazzi”, conclude Vacca.