40 anni dall’attentato alla Sinagoga, Boschi: “Pagina dolorosa, gli assassini di Stefano restano ancora impuniti”

24

Maria Elena BoschiROMA – “A 40 anni dall’attentato terroristico e antisemita alla Sinagoga, gli assassini del piccolo Stefano Gaj Taché restano ancora impuniti. Una pagina dolorosa della storia del nostro Paese che ha colpito il cuore della comunità ebraica e di Roma. Stefano era prima di tutto un bambino italiano”.

Lo afferma su Facebook Maria Elena Boschi, esponente di Italia Viva.