44 anni dal rapimento di Aldo Moro, Grasso: “Un giorno scolpito nelle coscienze del nostro Paese”

26

ROMA – “16 marzo, un giorno scolpito nelle coscienze del nostro Paese. Via Fani, Roma, prima mattina: l’agguato delle Brigate Rosse ad Aldo Moro, l’inizio di 55 giorni drammatici che hanno cambiato per sempre l’Italia. Quel giorno furono uccisi cinque uomini dello Stato che mai dimenticheremo: Raffaele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera, Francesco Zizzi”.

Lo afferma, sulla sua pagina Facebook, l’ex presidente del Senato Pietro Grasso (foto).