Aborto, 40 anni dal referendum sulla legge 194: il commento di Teresa Bellanova

153

ROMA – In questi giorni, 40 anni fa, “milioni di italiane e italiani confermavano con il voto al referendum la giustezza della Legge 194, il diritto delle donne alla tutela della salute e all’autodeterminazione, alla tutela del desiderio di maternità. Per la storia dell’emancipazione e delle libertà femminili una data importante. La vittoria del No al referendum abrogativo sull’aborto fu schiacciante e, come già per il divorzio, restituì l’immagine di un Paese consapevole”. Così Teresa Bellanova (Italia Viva) nel ricordare che il 17 e 18 maggio 1981 vinse il No ai quesiti per modificare la Legge 194 sull’aborto, che era stata approvata il 22 maggio 1978.

“Oggi – aggiunge – a quarant’anni di distanza ribadiamo l’importanza di quel giorno, riaffermando il nostro impegno a tutela di tutte le donne, delle loro prerogative, della loro sicurezza, della loro salute e della loro libertà di scelta, principi mai scontati da difendere e perseguire ogni giorno. Soprattutto, ribadiamo l’impegno a costruire un Paese in cui le donne non siano costrette a dover scegliere tra desiderio di maternità e aspirazione al lavoro”.