Acerbo (Prc-Se): “Parlamento europeo condanna Qatargate ma boccia emendamento su Marocco”

28

ROMA – “Il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione sul Qatar gate, una risoluzione sollecitata dal nostro gruppo de La Sinistra, che ha ottenuto anche l’approvazione in aula di importanti emendamenti. Ma è uno scandalo che la mozione non contenga nessun riferimento al Marocco, e che nonostante le notizie su come sia il Marocco ad influenzare e corrompere parlamentari e funzionari europei, l’emendamento della Sinistra che denunciava il coinvolgimento del Marocco e chiedeva che le stesse misure adottate per il Qatar venissero applicate al Marocco, sia stato bocciato. Hanno vinto ancora una volta i corruttori”.

Così Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, coordinamento nazionale di Unione Popolare. “Una vergogna – aggiunge – il voto contrario di gran parte dei socialisti europei, del PPE e dei liberali di Calenda e Renzi. Nella risoluzione contro le ingerenze e la corruzione ha vinto di nuovo il Marocco, accusato di ingerire e corrompere, che è riuscito a non essere citato. C’è bisogno di porre fine al proliferare del lobbismo, ai rapporti con le multinazionali spesso coperti da segreti come nel caso dei vaccini e alle pratiche delle sliding doors nei ruoli con passaggi da istituzioni politiche a commerciali. Bisogna smetterla con l’idea della UE come sostanzialmente mercato. Nessuna istituzione democratica può avere come finalità la gestione del mercato capitalistico”.