AgCom, estese a 2,6 milioni di famiglie le agevolazioni sulle telecomunicazioni

ROMA – Il Consiglio dell’Autorita’ per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deciso di aggiornare ed estendere le agevolazioni per le famiglie in condizioni economiche disagiate che intendono sottoscrivere contratti di telefonia.

Riconoscendo l’aggravarsi dell’incidenza della poverta’ in Italia negli ultimi anni, con il provvedimento firmato oggi, che ha visto quali relatori i Commissari Antonio Nicita e Francesco Posteraro, Agcom ha voluto fornire le piu’ ampie garanzie di inclusione sociale a tutti i nuclei familiari che ricadono nella definizione di poverta’ relativa dell’Istat, per i quali il reddito annuale, come certificato dall’indicatore di situazione economica equivalente (Isee), risulta inferiore a 8.112,23 euro.

In tal modo, l’Autorita’ ha esteso a circa 2,6 milioni di nuclei familiari la possibilita’ di avvantaggiarsi delle agevolazioni, rimuovendo i precedenti vincoli che ne condizionavano l’accesso alla presenza nel nucleo familiare di anziani al di sopra dei 75 anni, di percettori di pensioni sociali o di invalidita’, o di capifamiglia disoccupati. Agcom confida che la rimozione dei vincoli e la semplificazione delle procedure di accesso incoraggera’ le famiglie economicamente disagiate ad avvalersi di questo importante strumento di inclusione sociale.