Al via la ‘guerra’ contro la sosta selvaggia dei monopattini

15

ROMA – Primi risultati contro la piaga del parcheggio selvaggio dei monopattini elettrici. 1.200 utilizzatori di monopattini in condivisione che avevano parcheggiato i mezzi in modo scorretto hanno ricevuto un primo avvertimento; 81 quelli che sono stati sanzionati, e 13 quelli recidivi che hanno subito il blocco del proprio account. I dati vergono forniti dall’associazione dei consumatori Consumerismo No Profit e dalla società di micromobilità in sharing Dott, che hanno avviato il primo esperimento educativo al mondo che in caso di parcheggio “selvaggio” dei monopattini elettrici in condivisione invia una notifica sullo smartphone degli utenti e indirizza i recidivi verso corsi di guida gratuiti.

“In quattro mesi oltre 1.200 fruitori sono stati contattati tramite notifica in-app o email, a causa di un parcheggio errato o di una foto di fine corsa non sufficientemente chiara – spiegano Consumerismo e Dott – Come previsto dal progetto, alla seconda infrazione 81 utenti hanno ricevuto una penalità dall’operatore per aver parcheggiato fuori dalle aree consentite o in maniera scorretta in violazione del Codice della strada. In base ai dati raccolti emerge che, a fronte di un’attività educativa mirata e costante, il tasso di recidiva degli utenti nel parcheggiare in maniera scorretta cala drasticamente e risulta essere molto basso: solo 13 utenti hanno, infatti, commesso la violazione ripetutamente, stabilendo un tasso di recidiva pari a solo il 2%”.