Amazon, 400 diverse tipologie di lavoro in un’unica azienda

37

ROMA – Presente in circa 60 sedi in tutta Italia, secondo un recente studio di The European House – Ambrosetti, Amazon è l’azienda privata che ha creato il più alto numero di posti di lavoro nel Paese negli ultimi 10 anni in termini assoluti, registrando il più elevato tasso di crescita dell’occupazione nel periodo 2010-2020. Dal suo arrivo in Italia, Amazon ha creato più di 14.000 posti di lavoro a tempo indeterminato, di cui 4.500 solo nel 2021 e continua ad assumere. È stata infatti recentemente annunciata infatti la creazione di altri 3.000 posti di lavoro entro la fine del 2022. Tra tutte le divisioni aziendali (Operations, Customer Service, Retail, Alexa e Aws) Amazon ha circa 400 tipologie di lavoro diversi, a loro volta suddivisi in circa 70 famiglie, che raggruppano ruoli simili, rivolgendosi a persone con ogni livello di esperienza, istruzione, background e professionalità, siano essi profili principianti o più esperti: dai magazzinieri agli ingegneri, dagli sviluppatori di software ai linguisti e agli esperti del settore dell’intrattenimento.

Dagli uffici Corporate italiani a Milano ai Centri di Sviluppo a Torino e Asti, dai Data Center in Lombardia, al Servizio Clienti a Cagliari, fino ai centri logistici con tutte le linee di business dedicate al solo settore della logistica, Amazon rappresenta un universo dalle numerose anime con opportunità professionali e di crescita in ambiti e settori spesso diversissimi tra loro. Oltre a figure che comunemente esistono in tutte le aziende (risorse umane, comunicazione, amministrazione, finance etc), la cultura aziendale e le peculiarità uniche del modello di business Amazon hanno permesso negli anni di creare ruoli e tipologie del tutto nuove, presenti solo nel contesto Amazon quali, tra le altre: Podcast Manager, Senior Vendor Manager Eu Sports, Automation Engineer, Senior Robotics R&D Manager – Advanced Techologies, Computer Vision Applied Scientist, Music Executive, Live Sports Sales Specialist, Senior Influencer & Creator Manager, Data Scientist, Alexa Senior Business Intelligence Analyst, Machine Learning Engineer.

“La nostra presenza Italia – spiega Matteo Alabardi, Sr Hr Manager Amazon Italy and Spain – è in crescita. Siamo già presenti in circa 60 sedi in tutto il Paese, dagli uffici Corporate italiani a Milano ai Centri di Sviluppo a Torino e Asti, dai Data Center in Lombardia, al Servizio Clienti a Cagliari, fino ai nostri centri logistici. Un recente studio di The European House – Ambrosetti ci certifica come l’azienda privata che ha creato il più alto numero di posti di lavoro in Italia negli ultimi 10 anni in termini assoluti, registrando il più elevato tasso di crescita dell’occupazione nel periodo 2010-2020. Trend che ha registrato un’accelerazione nel 2021”.

Solo lo scorso 16 marzo Amazon aveva annunciato di aver creato in Italia più di 4.500 posti di lavoro a tempo indeterminato nel corso del 2021, superando del 50% il piano annunciato lo scorso giugno e continua ad assumere. Per il futuro, infatti, gli obiettivi sono chiari: “Amazon ha recentemente annunciato – aggiunge Alabardi – la creazione di altri 3.000 posti di lavoro entro la fine del 2022, che si aggiungeranno agli oltre 14.000 già creati in Italia: si tratta di posti di lavoro di qualità, a tempo indeterminato spesso in regioni con tasso di disoccupazione particolarmente elevato. Oggi Amazon impiega 5.000 persone a tempo indeterminato al Centro e Sud Italia e nei prossimi tre anni verranno creati 1.100 nuovi posti di lavoro in queste aree”.

Per continuare a essere competitivi sul mercato e offrire sempre le migliori condizioni di lavoro per Amazon è essenziale innovare e per innovare diventa fondamentale andare alla ricerca di talenti dalle elevate competenze tecniche e digitali. Basti pensare che molti dei posti di lavoro creati nel corso del 2021 hanno riguardato profili ad alta specializzazione: durante l’anno sono stati assunti oltre 100 talenti in ruoli di sviluppo software, informatica e ingegneria.

Competenze, background professionali, attitudini, passioni e talenti completamente diversi tra loro si incontrano ogni giorno, in un confronto costante e un’apertura al dialogo che rappresentano un fattore chiave per creare quell’ambiente lavorativo sicuro, moderno e inclusivo in cui innovare. Amazon ha ottenuto dal Top Employers Institute la certificazione Top Employer Italy nel 2021 e nel 2022, che riconosce la qualità dell’ambiente di lavoro, le opportunità di formazione e i piani di carriera offerti ai dipendenti in Italia.