Antonia Tosini parla del docufilm “Letters from USA” e dei progetti futuri

antonia tosiniFinalmente il tuo docufilm “Letters from USA” è stato presentato, al Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni (CE) L’occasione si è presentata attraverso la cerimonia per la cittadinanza onoraria, del regista Armand Mastroianni. Come è andata?

Credo sia stato molto apprezzato da lui e da tutti i presenti alla cerimonia.

E adesso cosa bolle in pentola?

Ho appena ricevuto una proposta di collaborazione, da un amico produttore di New York, che sto valutando perché, in questo momento sto lavorando a più progetti. Infatti, mi è venuta anche l’idea di realizzare una serie di docufilm, su alcuni registi e quelli che ho contattato, mi hanno risposto con molto entusiasmo. Una raccolta biografica, idonea a raccogliere le storie individuali delle celebrità del cinema, americano, potrebbe essere un interessante materiale didattico, per le scuole del cinema. Il produttore Giuseppe Colombo si è reso disponibile a produrre questi miei nuovi lavori.

Capisco. Però so che stai già lavorando a un tuo progetto con una coproduzione internazionale e con la direzione di un nome amricano di un certo peso

É vero. Posso solo dirti che per me è un grande onore avere questa persona, nella direzione di mio lavoro. Ma è ancora a livello embrionale e non sono autorizzata a parlarne. Al momento è tutto coperto dal Top Secret!

Va bene! Mi puoi almeno dire il genere del film?

Si tratta di un thriller fantastico. Tu sai che i miei generi preferiti sono: il thriller psicologico, paranormale e fantastico. Amo il mistero e mi piace entrare nella psiche dei miei personaggi, ma in Italia i produttori, hanno paura di osare. Infatti ho avuto difficoltà a trovare una produzione italiana che aderisse al progetto.

Avverto un espressione polemica nella tua voce o sbaglio?

Non sbagli.. Diciamo che in Italia non è facile lavorare nel settore Cinema, per persone come me, che non fanno parte della codidetta Casta e non usufruiscono dei suoi privilegi. Ma non mi scoraggio, ho sempre creduto in quello che faccio e continuo imperterrita e in virtù della mia militanza culturale, a esportare le mie sceneggiature all’estero, ai registi e produzioni straniere. Infatti grazie a questi alcuni miei lavori li ho venduti e altri stanno trovando la loro strada produttiva in America, in Belgio e Spagna, per fortuna di tanto in tanto si trovano persone con capacità intuitive che apprezzano la creativià con occhi e cuori aperti.

Quindi ti ritieni una sceneggiatrice fuori dal coro?

Diciamo che sono una “voce libera” il che significa che tutto diventa più faticoso, e dimostrarea gli altri il proprio valore artistico non è semplice. Anche se per me l’importante è trovare e mantenere la propria “voce”. Infatti, vado avanti con le mie proposte all’estero, a volte vanno, a volte meno e altre volte no. Pazienza almeno ho persone che leggono i miei lavori e mi ascoltano.

Da sempre la produzione italiana sforna principalmente la commedia, forse se ne scrivi una chissà?

Ebbene, posso dirti che ho appena scritto il mio secondo draft, della mia prima commedia.

Mi puoi dire il titolo e di cosa parla?

“Indagine con il fantasma” è una commedia fantastica, molto divertente di una comicità dolce e amara. Un noto giornalista televisivo, nel pieno del suo successo, viene ucciso. Il suo fantasma trasformerà l’indagine, in un percorso esilarante e ricco di colpi di scena, in cui non mancherà alla fine, anche una doverosa riflessione sulla natura dell’essere umano…

Un titolo che lascia presagire qualcosa di veramente divertente.

É così. Spero di trovare un produttore che si diverta a leggerlo,come io mi sono divertita a scriverlo.

Tra poco arriverà il Natale, cosa ti auguri?

Mi auguro fortemente che le tragedie umanitarie finiscano. Vorrei che gli emigranti che scampano alle bombe e riescono a fuggire, non trovassero le barriere dell’Europa, oppure la tragedia in mare. Che si torni alla solidarietà e al senso del dovere.

E vorrei augurare a tutti noi, alle nostre famiglie e al Mondo intero un Buon Natale, ognuno col proprio significato, ognuno con i propri valori e tutti con il piacere di festeggiare e godersi, la dolce sensazione di pace, serenità e gioia che ogni essere umano merita.

Bene. Ti auguro di realizzare alla grande tutti i tuoi progetti.

Grazie. Auguri anche a te.