Assicurazione viaggio: perché e come stipularla

viaggioSono diverse le situazioni per le quali è utile avere a disposizione un’assicurazione viaggio. Si tratta di una polizza, da stipulare anche solo per il periodo nel quale si è fuori casa in vacanza, che ci consente di sfruttare una serie di coperture assicurative, da quella sanitaria fino a problematiche che riguardano i voli aerei o di altro genere.

Perché fare un’assicurazione di viaggio

Mentre nei decenni passati le vacanze spesso si facevano non lontano da casa, in molti casi vicino a dove vivevano amici e parenti, oggi sempre più italiani amano le vacanze di un altro genere. Non occorre essere nel bel mezzo di un viaggio avventuroso per aver bisogno di una copertura assicurativa. In molti Paesi stranieri non esiste un servizio sanitario aperto a tutti, questo significa che per un qualsiasi tipo di intervento sanitario il paziente deve saldare il conto, spesso molto salato. Oltre a questo, anche se si parte sperando che le cose vadano tutte per il meglio, non è sempre così. Può infatti capitare che un volo sia in ritardo, causandoci magari la perdita di una coincidenza; a volte si perdono i bagagli o capitano piccoli danni che possono rovinare la vacanza in modo irreparabile, oltre a richiedere spese notevoli per risolvere le questioni. Un’assicurazione in tutte queste situazioni ci copre, almeno dal punto di vista economico, da qualsiasi problema, disguido o danno.

Come fare un’assicurazione di viaggio

Oggi sono molte le compagnie assicurative che offrono un’assicurazione di viaggio ai loro clienti. Sono disponibili offerte di vario genere, da alcune che scontano la copertura per tutta la famiglia, fino ai contratti che comprendono anche i viaggi per lavoro, le vacanze in luoghi esotici o i periodi di studio o di lavoro all’estero. Per stipulare una polizza di protezione durante un viaggio è sufficiente contattare la compagnia assicurativa che si predilige e richiedere un preventivo. Di solito tali polizze si stipulano alcuni giorni prima di partire, in modo che siano valide per l’intera vacanza lontano da casa. Il costo è forfettario, anche se esistono polizze viaggi annuali, pensate per chi effettua numerosi spostamenti nel corso di un anno. Più spesso si tratta di polizze che hanno una durata ben precisa.

Il costo di un’assicurazione di questo genere

Il costo di un’assicurazione per i viaggi dipende da una serie di fattori, tra cui preponderante è la durata del viaggio stesso. Si devono poi considerare quali siano gli eventi per chi desideriamo avere una copertura assicurativa. Ci sono infatti polizze che riguardano esclusivamente la quesitone sanitaria: eventuali ricoveri, cure mediche anche ospedaliere, traduzione della cartella clinica, acquisto di farmaci. Altre invece comprendono nella medesima polizza anche la protezione del bagaglio da eventuali danni accidentali o furti, o anche la responsabilità civile per danni provocati a terzi. Si deve anche valutare l’eventuale presenza di franchigie, talvolta da saldare nel caso in cui ci sia un ricovero ospedaliero, o quando uno o più famigliari del paziente debbano essere riaccompagnati a casa, o ancora nel caso in cui il paziente necessiti di un trasporto medico assistito.

PR