Basso (WindTre): “Banda ultralarga tecnologia indispensabile per avvicinare le persone”

19

TRENTO – “I servizi a banda ultralarga in Trentino sono una realtà in 28 Comuni, famiglie e imprese possono attivarli grazie ai 47 punti vendita e ai canali diretti di WindTre presenti nella provincia”. Lo ha dichiarato Roberto Basso (foto), Direttore External Affairs & Sustainability di WindTre, nel corso della conferenza stampa di aggiornamento sul Progetto banda ultra larga (Bul) in provincia di Trento.

“La nostra missione è essere sempre più vicini alle persone, e di fare in modo che le persone siano vicine grazie ai collegamenti digitali, soprattutto in questo periodo che ci obbliga al distanziamento fisico. Per questo abbiamo creduto da subito nel progetto BUL e abbiamo siglato accordi con Open Fiber per la commercializzazione della connettività. L’infrastruttura è un punto di partenza indispensabile – ha concluso Basso – ma il digital divide si chiude quando gli utenti si rivolgono a noi per attivare il servizio”.