Basso (WindTre): “Telco energivore, supporto per investire in 5G”

18

ROMA – “L’incremento dei costi dell’energia comporta per noi un notevole aggravio economico, dobbiamo tenere accese 22mila antenne per garantire copertura al 99,8% della popolazione. Noi non abbiamo mai chiesto di pesare sulle casse pubbliche, ma sarebbe opportuno intervenire sugli oneri di sistema, una forma di tassazione indiretta che ha contribuito negli anni a sostenere la trasformazione del sistema elettrico italiano”. Lo ha detto Roberto Basso, direttore External affairs and sustainability di Wind Tre, intervenuto a “LargoChigi”, il format di The Watcher Post.

“Dal nuovo governo ci aspettiamo che metta in campo finalmente una politica industriale per il settore, l’Italia è la quinta potenza economica per export, ma le nostre aziende per competere hanno bisogno di infrastrutture abilitanti e le telecomunicazioni sono cruciali. Speriamo che la politica possa ascoltare queste istanze – ha concluso – diversamente avremo difficoltà a continuare a sostenere gli investimenti adeguati per implementare il 5G”.