Bertinotti: “Non esiste formula più alta di quella di Gesù Cristo quando dice ‘amate i vostri nemici’”

fausto bertinotti

L’ex presidente della Camera sarà ospite dell’ottava puntata del programma ‘Io credo’ in programma lunedì 6 aprile ore 21.10

ROMA – “Papa Francesco è davvero ecumenico. Ma questo essere ecumenico non è un elemento rituale, è un elemento di rottura di tutte le pigrizie, le incrostazioni, lasciti, diffidenze su cui si erano costruiti per secoli i rapporti tra credenti e non credenti”.

Lo afferma Fausto Bertinotti, nell’ottava puntata del programma ‘Io credo’, in onda su Tv2000 (canale 28 e 157 Sky) lunedì 6 aprile ore 21.10, condotto da don Marco Pozza e per la regia di Andrea Salvadore. All’interno della puntata anche la storia di Renata Candida in Colantoni dell’Associazione AMAR (Associazione Malattia Alzheimer Rieti).

Sentire un Papa dire ‘chi non crede in Dio comunque ha una coscienza alla quale rendere conto’ ha suscitato in Bertinotti un “effetto enorme. Credo che sia persino superiore, o comunque mi fa ricordare l’emozione che, appunto, giovane militante di politica alle primissime armi ebbi con il Concilio Vaticano II, quando dal Concilio Vaticano II uscì la rottura, di quella che a me era sembrata la chiusura della Chiesa nel suo recinto, per rivolgersi a tutto il popolo, agli uomini di buona volontà. Quella fu, allora, per noi un’illuminazione. Analoga o superiore è questa di Francesco, di Papa Francesco. Perché francamente io fui sorpreso ed entusiasta nella lettura di quando ebbe a dire, che il non credente risponde alla sua coscienza ben fuori dalla banalità di considerare ovviamente la coscienza come un dato, come una fotografia, ma invece come un processo faticoso di costruzione dell’idea di sé, del mondo e degli altri”.

“Io penso – sottolinea Bertinotti a Tv2000 che non ci sia una formula più alta: sto parlando non di politica, ma dell’umano nella storia, nessuna formula più grande che Gesù Cristo dice, se non sbaglio, accingendosi al discorso della pianura, quando dice ‘amate i vostri nemici’. Io non trovo una formula più alta di questa e forse, per questo, un po’ pigro, mi sono fermato qui”.