Black Friday e Cyber Monday, l’indagine di Kruk

20

MILANO – In questo fine anno segnato da una congettura economica particolare, KRUK Italia, l’esperto del credito che gestisce tutta la filiera del debito, sia lato privati che lato aziende e banche, alla vigilia del Black Friday e Cyber Monday ha voluto indagare quanto queste occasioni di ‘sconti pazzi’ siano diventate popolari nel Belpaese. La preoccupazione dell’esperto del credito è che queste esaltanti occasioni di shopping possano rappresentare un’ulteriore circostanza nella quale consumatori poco consapevoli e poco informati da un punto di vista di gestione delle finanze, finiscano nella morsa dei debiti.

Sono il 52% i rispondenti al sondaggio KRUK Italia che quest’anno a causa della crisi economica faranno shopping durante il Black Friday ed il Cyber Monday, di cui il 21% ne approfitterà per la prima volta quest’anno. D’altronde il 75% ritiene che vi sia un risparmio effettivo in queste occasioni di sconti e che grazie a queste spenderanno meno rispetto al 2021 (21%). Il metodo di pagamento che in assoluto riceve più consenso è sempre lei, la carta di credito (47%), che viene seguita dal più prudente bancomat (33%), che in automatico addebita sul conto l’importo pagato. Il 14% utilizzerà sicuramente il Buy Now Pay Later e tra questi il 47% lo userà per la prima volta proprio in queste occasioni. In generale il famoso BNPL verrà adottato per importi superiori ai 200€ (59%).

Ma quali sono le categorie merceologiche più ambite per il Black Friday/Cyber Monday? Vincono abbigliamento ed accessori (55%), seguiti da smartphone/console/elettronica di consumo (27%), prodotti beauty/pacchetti benessere (25%), giochi e regali per i bambini (23%) e Tv e grandi elettrodomestici per la casa in ‘classe energetica A’ o legati alla domotica (20%). Il 43% dei rispondenti sfrutterà queste occasioni di shopping anche per cominciare a fare i regali di Natale. Ma un dato che preoccupa non poco KRUK Italia è che, in generale sia per il Black Friday/Cyber Monday sia per gli acquisti natalizi, il 64% del campione non si sia dato un budget specifico.

“La nostra preoccupazione è che con un caro vita che segna un’inflazione del 11,8%, come non si vedeva in Italia da quasi 40 anni, queste occasioni di sconto molto allettanti possano dare al consumatore finale la sensazione di avere una soluzione di potere di acquisto che di fatto non corrisponde alla realtà in molti casi”, spiega Luca Pagani, Regional Manager di KRUK Italia. “Tanti privati che oggi si trovano a gestire una situazione di debito hanno semplicemente fatto acquisti poco prudenti su beni di consumo superflui. I dati emersi dalla nostra indagine in parte confermano questi timori, a nostro avviso è giusto approfittare degli sconti se ve ne sono, ma a monte, è necessario farsi i conti in tasca: determinare quali sono le entrate e uscite fisse e calcolare prima un budget di spesa sia per approfittare del Black Friday e del Cyber Monday, sia per le future spese da affrontare sotto le feste”, prosegue Pagani.

Contro il caro vita, il Black Friday e il Cyber Monday possono rappresentare delle buone opportunità per ottenere sconti ma è importante stabilire un budget e fare attenzione alle spese che verranno contabilizzate nel prossimo futuro, come quelle dell’estratto conto della carta di credito e delle rate del Buy Now Pay Later se si intende utilizzare questi sistemi di pagamento.