Capodanno 2021: come attirare fortuna e felicità a tavola

44

capodanno 2021

Lenticchie, riso, carne di maiale, melograno, uva e mandarini: gli ingredienti che non possono mancare nella cena di San Silvestro

Mancano poche ore all’inizio del 2021 e quest’anno più che mai, visto l’annus horribilis che stiamo per lasciare, c’é bisogno di auspici. Sarà un Capodanno diverso, tra le mura domestiche, a seguito delle misure restrittive imposte dal Governo per evitare che feste e assembramenti possano aumentare la diffusione del Covid. Ecco allora, che assume ancora più importanza viziarsi e coccolarsi con piatti propiziatori per la fine e il principio dell’anno. Abbiamo così pensato di suggerirvi quali sono i cibi portafortuna che non possono mancare sulla tavola la sera di San Silvestro.

Su tutti spiccano le lenticchie, a ciascuna delle quali, secondo la tradizione e in considerazione della forma, corrisponde una moneta: pertanto, più se ne mangia e più l’anno potrebbe rivelarsi prospero, ricco e abbondante. Stesso significato assumono i fagioli, in particolare quelli neri, consumati per lo più nella parte meridionale degli Stati Uniti.

Il riso é simbolo di abbondanza, fortuna e fertilità: non a caso si usa lanciarlo ai matrimoni sugli sposi come segno benaugurante. A Capodanno sarebbe perfetto mangiare un risotto in versione chic da festa magari con l’aggiunta di un pizzico di peperoncino, che, da sempre considerato afrodisiaco, é simbolo di vitalità.

Come secondo non dovrebbe mancare la carne di maiale, sotto forma di cotechino, arrosto o altro taglio, visto che rappresenta fertilità e ricchezza. I salvadanai non hanno forse spesso la forma del porcellino?

A Capodanno, poi, si consiglia di consumare verdure dalla foglia verde, come il colore dei soldi ma anche, e soprattutto, come quello della speranza, di cui oggi abbiamo tanto bisogno. E allora via libera a verze, cavoli, broccoli.

Per quanto riguarda la frutta, una simpatica tradizione importata dalla Spagna, prevede di mangiare 12 chicchi di uva, uno per ogni mese, per procacciarsi abbondanza tutto l’anno. Capace di portare prosperità, fertilità e longevità é anche il mandarino, vera e propria fonte, inoltre, di vitamina C, magnesio e ferro. E che dire del melograno, che già nella mitologia greca e romana era considerato sacro perché amati dalle Dee Venere e Giunone, e da sempre é simbolo di fertilità e ricchezza? Oggi, inoltre, é considerato un ottimo antisossidante e antiaging,

Siamo arrivati al dolce: la pasta di mandorle simboleggia la ricchezza. In Austria e in alcune zone della Svizzera e in Alto Adige, i maialini marzapane rosa, con la monetina in bocca e il trifoglio in testa, simboleggiano soldi, fortuna, felicità e amore e possono essere indicati per chi avesse saltato il secondo.

Assolutamente banditi dalla cena di Capodanno gamberi ed aragoste, che camminando all’indietro, simboleggiano il regresso e i volatili, per evitare che la fortuna possa volare via.