Capotreno reintegrato, Cottarelli: “Giusta decisione. Doveva essere premiato, non licenziato”

23

MILANO – “Capotreno licenziato da Trenitalia perché faceva troppe multe a chi non pagava il biglietto (e inevitabilmente ogni tanto faceva qualche errore) è stato reintegrato dal giudice. Giusta decisione. Se faceva il suo dovere applicando le regole doveva essere premiato, non licenziato”.

Così sul suo account Twitter il professor Carlo Cottarelli (foto), direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica ed ex commissario per la revisione della spesa.