Carfagna: “Sanità, scuola, infrastrutture ed energia restino di potestà dello Stato”

10

ROMA – “Con Azione presenteremo in Parlamento una proposta di riforma costituzionale del titolo V, perché materie come sanità, scuola, infrastrutture ed energia restino di potestà dello Stato, contrariamente a quanto previsto dalla bozza Calderoli. Pensiamo allora al viaggio della Meloni in Algeria per contrattare nuove forniture di gas: se la riforma di Calderoli fosse già stata realtà, con lei ci sarebbero dovuti essere anche i governatori oppure avrebbe dovuto contrattare il da farsi con loro prima di partire? Ogni questione diventerebbe simile a un’intesa internazionale: un groviglio burocratico del tutto superfluo. E a rimetterci sarebbero sempre e solo i cittadini”.

Lo afferma sulla sua pagina Facebook la presidente di Azione, Mara Carfagna (foto).