Carpineto Romano Buskers Festival 2021: ecco quando

80

angelucci solo

Tra circo, musica e teatro, torna il Carpineto Romano Buskers Festival. Una XXXI edizione che dà continuità a uno dei festival d’arte di strada più antichi d’Italia con una due giorni ricca di emozioni

CARPINETO ROMANO – Il 19 e il 20 agosto torna il Carpineto Romano Buskers Festival con una XXXI edizione ricca di arte e spettacoli. Circensi, teatranti e musicisti sono pronti a stupire il pubblico del borgo in provincia di Roma, grazie alla direzione artistica del collettivo Scuderie MArteLive, che ogni anno seleziona e valorizza talenti in tutta Italia ed Europa attraverso il concorso MArteLive, che quest’anno festeggia il ventennale con le sue 16 categorie artistiche.

Le tradizionali postazioni di San Michele Arcangelo, Lemmotta e Palazzo Pecci (Jo Sedio), quest’anno ospiteranno l’Estemporanea Itinerante “IlBuskersResiste” a cura di Arci ‘Na Radice APS. Il festival si svolgerà in due location: la Reggia dei Volsci e il Parco Unità d’Italia, dove, alle 17 di entrambi i giorni, verrà realizzato il Laboratorio di Circo “CircoNdamose” a cura di Ameté e dedicato ai più piccoli.

A partire dalle 21:30, l’antico borgo di Carpineto Romano ospiterà artisti di circo contemporaneo, musicisti, clown, acrobati e attori di strada: la compagnia Teatralto con Susy Pariante in Cetrulo Pulcinella, il teatro circo di Warner Circus, lo spettacolo di acrobatica area di India Barretto prodotto da 238 hangerdellearti e Livia X Aria, la giocoleria di Lino’s Street Circus e Dani, lo spettacolo di danza e fuoco di Lucignolo, la musica di Leonardo Angelucci, vincitore della Biennale MArteLive 2019 , i Curandero e i Musica Muta.

Saranno due serate di grandi emozioni con performance e spettacoli per tutti i gusti che rispetteranno tutte le norme sanitarie. Per accedere agli spettacoli, infatti, sarà obbligatorio prenotare sul sito di MArteTicket e presentare il Green Pass, ottenibile tramite vaccinazione, guarigione o tampone. Il Carpineto Romano Buskers Festival si conferma così un punto di riferimento per il territorio che la ospita, portando arte e cultura anno dopo anno, nonostante le difficoltà.