Castelli: “Necessario investire in pubblica amministrazione e innovazione”

laura castelliROMA – “Il confronto con le sigle sindacali, a partire dalla CISL, ci sta aiutando in questa fase a migliorare molto i provvedimenti, per fare in modo che gli interventi siano effettivamente di aiuto a cittadini e imprese.

Mi dispiace di non essere potuta intervenire nel corso dell’evento “Dall’emergenza alla rinascita. Il lavoro pubblico protagonista del cambiamento” organizzato da CISL Funzione Pubblica, a causa del protrarsi dei lavori della Commissione Bilancio della Camera, ma voglio comunque ringraziare Maurizio Petriccioli, per questa opportunità di confronto anche con la Ministro Dadone ed il Presidente Tridico, e la Segretaria Generale Annamaria Furlan, di cui condivido gran parte dell’intervento, a partire dalla necessità di risolvere i problemi strutturali del Paese.

Come ha detto benissimo Furlan, che stimo e ringrazio per la cura che in prima persona mette nell’operare nel suo ruolo, questa pandemia ci ha fatto toccare con mano cosa vuol dire non investire in pubblica amministrazione e innovazione. Un Paese che non investe in questi settori è un Paese dove si allarga la forbice della disuguaglianza, per questo tutte le risorse che avremo a disposizione dovranno essere utilizzate bene. Anche per ammodernare la PA.

Sono certa che, con la lungimiranza che contraddistingue la CISL, sapranno aiutarci ad interpretare in chiave moderna l’esigenza di rinnovare i contratti della pubblica amministrazione. Lavoratori a cui deve andare il ringraziamento di noi tutti per aver garantito, anche durante la fase di lockdown, l’erogazione dei servizi pubblici, attraverso una rapida riorganizzazione del lavoro da remoto.

Proprio assieme ai sindacati, in questa fase di ripartenza, stiamo facendo economie di scala per organizzare spostamenti sicuri per i tanti dipendenti dei Ministeri. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze è stato il primo a risponde alla sollecitazione del Comune di Roma”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.