Castelli: ‘Nei prossimi giorni arriveranno ai Comuni 500 milioni per mancati incassi’

castelliROMA – “Nei prossimi giorni ai Comuni arriveranno circa 500 milioni di euro, un’altra tranche delle risorse stanziate per far fronte al calo di entrate derivanti dalle misure di contenimento della pandemia”. Lo ha annunciato il viceministro all’Economia Laura Castelli, a margine della Conferenza Stato-Città e autonomie locali che ha approvato “gli Schemi di Decreto interministeriale con i quali vengono ripartiti i Fondi di ristoro per i Comuni, assegnati con i decreti Rilancio e Agosto”. Si tratta di un ristoro per minori entrate per la cancellazione della prima rata Imu (87,60 milioni), per la mancata riscossione dell’imposta di soggiorno o del contributo di sbarco, (310 milioni), e per l’esonero di Tosap e Cosap (102,13 milioni).

“Stiamo lavorando per garantire sostegni a una platea ancora più vasta di settori economici, ragionando in termini di filiera e di cali di fatturato, per venire incontro anche a chi è rimasto aperto ma soffre comunque per la contrazione o chiusura delle attività economiche con cui normalmente si interfaccia. L’allargamento delle tutele, da questo punto di vista, guarderà sicuramente anche a professionisti e autonomi per i quali si sta lavorando a un fondo per erogare in tempi rapidi contributi a fondo perduto, legati al calo del fatturato”, ha invece comunicato Vincenzo Presutto (M5S), relatore del Dl Ristori al Senato.